Savona, convegno Uil: “Ospedale e territorio. Una rete per la continuità assistenziale, un percorso per la non autosufficienza”.

Condividi su

Si svolgerà a Savona, giovedì 12 settembre 2019 alle ore,9,30 – Sala Rossa, Comune di Savona, Piazza Sisto, un convegno sulla sanità organizzato dalla UIL della Liguria nell’ambito della campagna: “Liguria in salute?”: “Ospedale e territorio. Una rete per la continuità assistenziale, un percorso per la non autosufficienza”.

Il quarto appuntamento della campagna promossa dalla confederazione ligure, prevede la partecipazione di Carmelo Barbagallo, segretario generale della UIL, che – a fine dibattito – verrà intervistato dal capo redattore centrale de Il Secolo XIX, Roberto Onofrio.

Negli ultimi vent’anni il tema sociosanitario ha prodotto una serie di ripercussioni sia nel bilancio della Regione che nella vita quotidiana dei cittadini: da Biasotti a Burlando e da Burlando al Libro Bianco della Sanità, che ha inaugurato l’era Toti, la Uil Liguria ripercorrerà le tappe di una sanità da rilanciare senza preconcetti e ideologismi di sorta. Nell’ambito del convegno verrà presentato un documento che si pone come obiettivo la valutazione del sistema sanitario in Liguria, a cominciare dalle scelte politiche, in bilico tra pubblico e privato, per arrivare all’organizzazione del lavoro, sempre centrale per rendere efficaci ed efficienti i servizi offerti sul territorio della Liguria.

A inizio mattinata la sindaco di Savona, Ilaria Caprioglio, porterà i saluti della città di Savona.

Alla tavola rotonda prenderanno parte: Michelangelo Librandi, segretario generale UIL FPL Nazionale – Walter Locatelli, commissario straordinario ALISA – Luca Pallavicini, presidente ASCOM Salute Genova – Mario Ghini, segretario generale UIL Liguria – Pierangelo Massa, segretario generale UIL Pensionati Liguria.

A moderare l’incontro sarà: Alfonso Pittaluga, segretario confederale UIL Liguria, promotore della campagna “Liguria in salute?” con la quale sta sollecitando il territorio da Levante a Ponente.

In allegato le locandine in formato jpg e pdf